skip to Main Content
STONE BRIXIA MAN 2017

8 Luglio ore 4.00 gli atleti sono pronti per lo start della STONE BRIXIA MAN 2017

Inizia così l’emozionante triathlon estremo sulle acque del lago d’Iseo, con cornice la splendida Valcamonica.

Per capire la complessità di questa gara è sufficiente dire che gli atleti hanno avuto lo start alle 4.00 della mattina nel Lago d’Iseo, nuotato per 3.800 mt., coperto ben 180 km in bici e 42,195 km a piedi.

Sono numeri impressionanti che richiedono organizzazione, gestione e logistica perfettamente bilanciate e a sincrono. Complessivamente sono state coinvolte oltre 50 persone che hanno svolto in modo professionale ed organizzato, il loro compito lungo gli oltre 220 Km di tracciato.

Servizio sanitario, infermieri, medici, ambulanze, idro ambulanza, Jeep soccorso alpino, canoe, boe, barche per la sicurezza, assistenti di percorso sono solo alcune delle figure coinvolte nella realizzazione della Stone Brixia Man 2017.

A questo vanno aggiunti 13 punti ristoro, le location per riunioni, meeting ed incontri per le attività di comunicazione e qualche tonnellata di materiale per l’allestimento, l’assistenza e lo show finale.

Parlando con alcuni dei tanti amici che abbiamo incontrato lungo il percorso, la loro riposta è stata: “non avrei mai pensato che ci fosse così tanto lavoro”.

E questo è per noi un punto di enorme soddisfazione, visto che un Evento risulta perfettamente organizzato, quando ogni elemento si muove nel giusto modo, e coloro che vi stanno partecipando hanno l’unico compito di divertirsi e di fare quello per il quale hanno deciso di iscriversi: concentrarsi e dare il massimo nella competizione. Nulla li deve distogliere da questo loro preciso obiettivo.

E questo è quanto avvenuto sabato, nonostante le avversità atmosferiche abbiano provato a complicare la vita al Venus Team, incaricato dalla DGG della: organizzazione, allestimento, logistica, assistenza, supervisione e Direzione Gara della Stone Brixia Man 2017.

La nostra decennale esperienza nell’organizzazione di manifestazioni sportive ci ha permesso di gestire in totale sicurezza l’intero Evento. Questo quanto ha detto Massimo Belotti, Founder e CEO della Venus Team, alla chiusura dell’Evento sportivo

Ogni Evento ha una sua storia. Radici profonde in cui si radica, germoglia e cresce. Dietro allo Stone Brixia 2017 ci sono tanti notti insonne ad immaginarsi il “percorso ideale” quello che un atleta desidera fare per mettersi alla prova, alla ricerca del proprio limite personale. Un team affiatato con il quale condividere spunti, idee ed emozioni. E poi ancora: riunioni, sopralluoghi, verifiche tecniche, permessi … Ma quello che ti lascia una Gara come il Stone Brixia 2017 è tanto, tanto di più. Sono i sorrisi degli Atleti sulla linea dello start. Guardi nei loro occhi e vedi la ricerca profonda di una concentrazione, di un pensiero e desiderio che li spinge ad esser lì, a confrontarsi con la natura, ma prima di tutto, a confrontarsi con se stessi.  Sono gli sguardi degli amici e famigliari lungo il percorso, le lacrime di gioia e le gocce di sudore, sono gli abbracci, gli applausi, la stanchezza, il sostegno delle persone. Organizzare un Evento come Stone Brixia 2017, per me è tutto questo. E’ quello che gli atleti e le persone ti lasciano nel cuore. Tutto il resto è lavoro, che faccio con passione e determinazione da tanti anni.

Ma ora raccontiamo nel dettaglio come si è svolta l’intera manifestazione.

Alle ore 2.30 gli atleti si sono ritrovati a Sulzano per essere accompagnati al centro delle acque del Lago d’Iseo sotto i riflettori ed una chiatta infuocata. Tante le emozioni e l’adrenalina manifestate da ognuno di loro.

Alle ore 4.00 sono tutti pronti nella postazione di partenza, la chiatta illuminata da una splendida luna. Inizia così il conto alla rovescia fino al tuffo degli atleti nelle acque del lago, tuffo che segna lo start di un percorso a nuoto di 3,8 km, completamente al buio, con sensazioni che mescolano infinite emozioni.

Passano circa 54 minuti da quando il primo atleta raggiunge la prima zona di cambio, uscendo dall’acqua.

La gara continua, tutto è pronto per l’inizio di una seconda estrema avventura…180 km di bike sotto il caldo torrido di Luglio ma con la voglia e la tenacia di raggiungere il prossimo traguardo, la seconda zona di cambio. Un tratto contraddistinto da continui dislivelli passando dal Montirolo ed il passo Gavia, pensieri, gioie, momenti intensi e dolori fisici allietati dal calore di parenti, amici e persone care all’arrivo alla prima vetta.

Si supera la seconda zona di cambio per proseguire con 42.195 km di corsa verso l’ultimo traguardo e poter incoronare così il grande sogno, presso il Passo Paradiso ad una quota di ben 2.600 m.

Nonostante il tempo si sia offuscato e reso tenebroso, gli atleti non si sono arresi e, con grande coraggio e determinazione, hanno raggiunto la tanto ambita destinazione.

Una giornata di sport, di determinazione, di voglia di arrivare e soprattutto di vincere la fatica che km dopo km ha reso sempre più estremo questo bellissimo percorsa e questa bellissima gara, pensata, disegnata, verificata e voluta fortemente dal nostro CEO & Founder Massimo Belotti.

Se ami lo sport e vuoi anche tu misurarti con te stesso e tantissimi atleti, non puoi perdere la gara del 23 luglio a Montisola. Un ‘altra giornata di vero Sport, quello con la esse maiuscola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top